“Di segno in segno”: appuntamento con Paola Morgese

1545147_648158718582684_941705682_n

Il mese di dicembre comincia con un nuovo appuntamento della rassegna “Di segno in segno” , organizzata dall’associazione culturale Lux in Fabula.

Questo giovedì infatti, a partire dalle ore 18:00, sarà presentato a Pozzuoli il libro di Paola Morgese dal titolo Manuale per progetti sostenibili – Sostenibilità globale e project management. Si tratta di “un libro su salvaguardia dell’ambiente, diritti sociali e benessere economico, che unisce la passione per la sostenibilità e la gestione dei progetti”, come viene spiegato sulla pagina fan del libro “Manuale per progetti sostenibili Handbook for Sustainable Project” che potete trovare cliccando su Facebook al link https://www.facebook.com/manualeprogettisostenibili

Il libro è acquistabile esclusivamente via web, sia in lingua italiana sia nella traduzione in inglese (dunque non sarà possibile acquistarlo alla fine della presentazione). In esso viene indicata una metodologia utile per gestire qualsiasi progetto in maniera sostenibile. Esistono, in particolare, tre tipi di sostenibilità: ambientale, sociale ed economica, ed ogni progetto può tentare di rispondere ad almeno una di queste.

1512702_650691961662693_1889774700_n

Nella sua biografia si legge che Paola Morgese, autrice del manuale, si è laureata in Ingegneria civile idraulica all’Università Federico II, in seguito si è specializzata in Ingegneria sanitaria e ambientale con indirizzo industriale. Dal 2010 al 2013 è stata la prima Knowledge Management Leader della PMI Global Sustainability Community of Practise. Nel 2012 vince il premio Green Project Management Sustainability Award.

Durante la serata sarà proiettato un video, realizzato dai volontari di Lux in fabula, risultato di lavori e ricerche da loro compiuti sul tema dei progetti sostenibili nel campo ambientale, sociale ed economico, e che vede la presentazione di esempi realizzati dalla stessa associazione, da Enti e altre realtà del territorio.

L’attenzione è stata focalizzata, in particolare, su tre progetti.

Il primo è attinente alla sfera sociale ed è il progetto “Città Vulcano”: si tratta di un portale ideato dall’associazione Lux in Fabula (https://cittavulcano.wordpress.com). Al suo interno è possibile trovare, in formato digitale, libri e pubblicazioni scientifiche molto difficili da trovare sul marcato, ricavati dall’archivio della stessa associazione. La realizzazione di “Città Vulcano” si deve al lavoro svolto dai volontari dell’associazione, che hanno raccolto e digitalizzato numerosi testi, che successivamente sono stati caricati sul portale. L’intento è quello di avvicinare un pubblico più vasto, anche giovane, al tema dei Campi Flegrei e dei beni culturali, oggi così attuale ma poco discusso in termini scientifici.

Il secondo esempio riportato consiste nell’iniziativa “Caccia al libro”, ideata dalla stessa associazione (https://www.facebook.com/pages/Caccia-al-LIBRO). Lo scopo principale è quello di promuovere l’importanza della lettura: il premio, infatti, esprime simbolicamente un vero e proprio tesoro “nascosto” che si cela tra le pagine dei libri, fonte di un insostituibile bagaglio di conoscenze ed esperienze intellettive.
In un’era dove tutto è sempre più digitalizzato, l’iniziativa mira anche a riscoprire il fascino del libro cartaceo e il gusto che c’è nel contatto tattile con la carta stessa. Essa, inoltre, mira a far conoscere i vari centri di lettura presenti sul territorio e a rimarcarne anche la loro funzione aggregativa.
Non è un caso poi, che il premio corrisponda spesso proprio a un libro. La conseguenza economica di un tale progetto è da rintracciare sul piano commerciale, poiché così facendo si favorisce la vendita dello stesso materiale librario presente nelle librerie.

1558595_648156521916237_1041452929_n

Il terzo progetto, infine, è di carattere ambientale: il “Progetto grandi Laghi”, ovvero il Grande progetto ‘Risanamento ambientale e valorizzazione laghi dei Campi Flegrei’, il cui importo totale degli interventi è pari a 56 milioni, il valore complessivo è di 65 milioni di euro ed è composto da 11 lotti di lavori. Il “Grande progetto Laghi flegrei” si integra  con altri Grandi progetti e con alcuni provvedimenti, tutti finalizzati al miglioramento della qualità delle acque marino-costiere. Si tratta del più grande investimento mai fatto per l’area flegrea e il recupero ambientale del litorale. Fa parte di una strategia complessiva che interviene contemporaneamente sui grandi depuratori, sui sistemi fognari del comune, sul risanamento dei laghi, sulla sistemazione e valorizzazione complessiva del territorio in modo da migliorare in maniera sostanziale la qualità delle acque marino-costiere.  Tutto ciò, ovviamente, tende ad avere un effetto anche sul piano economico, infatti, favorendo la balneazione dell’area flegrea si favorisce anche il suo sviluppo economico.

Alessandra Di Meo

10307372_718690054862883_5200144811698445087_n

10415673_734123163319572_5605175595652945831_n

Annunci