Inaugurata a Falciano la nuova sede di Athena Dea

athena 1

Si è svolta sabato 1 novembre l’inaugurazione della nuova sede dell’associazione culturale Athena Dea a Falciano del Massico.

Si tratta di uno spazio gentilmente concesso all’interno del convento del paesino confinante con Mondragone, reso possibile soprattutto grazie alla disponibilità di padre Giovanni Siciliano, reggente del convento.

Così facendo, la sede di Athena Dea può godere adesso della magnifica vista della campagna falcianese circostante, che si può ammirare attraverso le ampie e soleggiate vetrate del convento, di uno studio dotato di un antico scrittoio e di un angolo riservato ai libri e al sapere.

Il primo novembre non è soltanto la data dell’inaugurazione (oltre ovviamente la ricorrenza con cui la Chiesa è solita commemorare tutti i Santi), ma anche il compleanno dell’associazione stessa, giunta al suo terzo anno di attività, e del suo Presidente Massimo Didonato.

athena 3

Dopo la benedizione del luogo ad opera di padre Giovanni, è seguito un aperitivo per ringraziare i partecipanti. Molte sono le persone intervenute per dichiarare il proprio sostegno all’attività dell’associazione: Corrado Valente, presidente dell’Archeocleb nazionale di Carinola in provincia di Caserta, il già citato padre Giovanni Siciliano, reggente del convento, Luigi Cobianchi, consigliere comunale di Caserta, Angela Didonato, rappresentante delle A.c.l.i Terra e Alessandro Zannini, direttore della casa editrice Mediterraneo e scrittore.

L’attività di Athena Dea si pone come obiettivo principale quello del rilancio culturale del territorio casertano, con uno sguardo anche sulle attività messe in campo nelle altre provincie. Hanno raggiunto Falciano per l’occasione anche altre associazioni, come ad esempio Lux in Fabula e Adda passà a’ nuttata, entrambe operanti a Napoli. E’ importante, infatti, operare nell’ottica di una fruttuosa collaborazione tra le diverse realtà.

athena 2

Insomma, l’augurio che tutti possiamo fare è di buon prosieguo del lavoro nonché di crescita, a vantaggio dello sviluppo della cultura e delle risorse della nostra regione.

Alessandra Di Meo

 

Advertisements