I primi dieci anni dell’Associazione “Amici di Città della Scienza”

Sabato 1 dicembre 2012, presso Città della Scienza, si è tenuto un simpatico evento per festeggiare i DIECI ANNI di attività dell’Associazione “Amici di Città della Scienza”, volta a “promuovere e diffondere la missione di Città della Scienza con finalità di partecipazione sociale”.

Per l’occasione i soci si sono riuniti in una breve e coincisa riunione, dove è stata evidenziata l’importanza del piccolo libricino dal titolo “Dieci anni – Amici di Città della Scienza”, presentato proprio quella mattina, che vuole raccontare attraverso vari scritti le più importanti attività dell’Associazione, partendo dal periodo della sua fondazione fino ad oggi.

Successivamente alla riunione si è aperto il vero e proprio evento della mattinata in Città della Scienza, dove sono intervenuti:

il direttore di Città della Scienza, Luigi Amodio, ha puntualizzato come le Associazioni legate ai musei purtroppo, in Italia, sono considerate “semplicemente un di più”, cosa che non succede in altri paesi dove esse sono considerate parte integrante dei musei stessi;

Ferruccio Diozzi, Presidente dell’Associazione “Amici di Città della Scienza”, ha evidenziato l’importanza dello spirito di rete e di condivisioni delle risorse che sono fondamentali per l’Associazione di cui è presidente; in più quanto sia rilevante il sostentamento della fondazione IDIS e Città della Scienza;

uno degli esponenti del Club dei Lions è intervenuto sottolineando quanto sia importante il contatto diretto e attivo tra il Club dei Lions e l’Associazione “Amici di Città della Scienza”;

Mauro Sellitto, del Club Lions San Leucio e socio di “Amici di Città della Scienza” invece, ha esposto un buon esempio, da progettare eventualmente anche a Napoli: il Festival della Scienza di Genova, dove le famiglie genovesi ospitano scienziati e ricercatori e dove si sviluppano attività di vario tipo in diversi luoghi della città, tra piazze musei e palazzi storici.

Dopo gli interessanti interventi hanno allietato la mattinata “Il trio Sefarad”, formato da tre musicisti concertisti, Angela Yael Amato al violino, Gennaro Vanacore al flauto e Roberta Paturzo alla chitarra, che hanno proposti sei brani: “Siciliana e Valdo’s Rag” di Antonello Paliotti, “Libertango” di Astor Piazzolla, “Siciliana” di Filippo Gragnani, “Baroque and blue” di Claude Bolling e “The Entertainer” di Scott Joplin.

L’evento si è concluso con l’assaggio di una squisita torta preparata per l’occasione, decorata con gli stemmi del Club dei Lions e dell’Associazione “Amici di Città della Scienza”, del buon spumante e lo scambio simbolico dei gagliardetti tra il Club Lions e Amici di Città della Scienza.

Rosalba Volpe

Questo slideshow richiede JavaScript.

Foto di Nicola Buono

Annunci