MAROTTA&CAFIERO: UN PICCOLO GRANDE SOGNO

La Marotta & Cafiero è una casa editrice indipendente napoletana che si occupa di narrativa sociale e d’impegno, con particolare riferimento alla città di Napoli. È gestita totalmente da giovani di Scampia, quartiere a Nord di Napoli tristemente noto per fatti di camorra.
La Marotta & Cafiero non vuol essere solo una società capitalista che usa come fonte di guadagno la letteratura, il prodotto libro, ma un’impresa culturale, politica, che si occupa dei problemi del suo tempo, che utilizza la carta stampata come strumento di cambiamento delle coscienze e della società. “Crediamo nel potere dei libri, nelle parole capaci di resistere ai soprusi, di spezzare le catene dell’economia imperialista che mercifica oggetti, uomini e idee” parole di Rosario Esposito La Rossa e Maddalena Stornaiuolo attuali presidenti della Marotta &Cafiero. Per questa ragione la casa editrice ha deciso di pubblicare libri con licenza Creative Commons, una licenza che libera i libri e non li rinchiude nella gabbia del copyright, tutti i testi sono scaricabili gratuitamente dalla rete, inoltre dedica particolare attenzione anche ai problemi del clima e dell’ambiente stampando libri su carta riciclata, salvaguardando così le foreste e riducendo le emissioni di CO2. Tutti i libri sono stampati rispettando il protocollo di Kyoto, sono Long Life e totalmente biodegradabili. La carta riciclata utilizzata non prevede l’abbattimento di nessun albero, ma è figlia del recupero di rifiuti urbani (giornali, riviste, cartone). Il processo di sbiancamento della carta è privo di cloro e acidi. “Stampiamo i nostri libri a Km 0, nei nostri uffici si parla di green computing, i nostri volumi sono privi di imballaggi”.
I libri della Marotta&Cafiero Editori hanno un prezzo massimo di 10 euro, prezzo popolare oltre il quale i libri diventano elitari, prodotti per pochi, simbolo di una baronia intellettuale. La casa editrice utilizza per la realizzazione dei volumi il metodo della produzione dal basso, nuovi percorsi di economia comunitaria, metodo che trasforma il prodotto libro in un opera collettiva, frutto dell’impegno comune,conta numerose collane, dalla gastronomia alla cultura ispanoamericana, passando per il dialetto napoletano e i classici moderni.
La Marotta & Cafiero ha origine dalla famosa casa editrice napoletana “Alberto Marotta Editore”, che negli anni ’60 balzò agli onori della cronaca editoriale con pubblicazioni di altissimo livello, tra cui “Isabelle” del premio Nobel della letteratura Andrè Gide. Negli anni ’80 le redini editoriali passano da Alberto Marotta a suo figlio, Tommaso Marotta, che guiderà l’impresa familiare sotto il nome di “Tommaso Marotta Editore” fino al 2000, anno in cui entra in società Anna Cafiero, il cui cognome dà la dicitura all’attuale Marotta & Cafiero editori. Dal 2000 al 2004 si occupa di autori esordienti, nel 2005 la casa editrice definisce un nuovo progetto editoriale, con nuove collane che vanno dalla cultura ispanoamericana al dialetto napoletano. Nei primi dieci anni la Marotta & Cafiero pubblica autori del calibro di Ernesto Cardenal, Rafael Reig e Vittorio Paliotti. Nel 2010, dopo 50 anni sotto la guida della famiglia Marotta, l’impresa viene rilevata da Maddalena Stornaiuolo e Rosario Esposito La Rossa, dell’associazione Vo.di.Sca. (Voci di Scampia) che trasportano la storica sede di Posillipo nel quartiere periferico di Scampia.

 

JK

Annunci