IL PRIMO PROCESSO DI OSCAR WILDE

“La società perdona spesso il criminale. Ma non perdona mai il sognatore.”

IL PRIMO PROCESSO DI OSCAR WILDE ritorna al teatro Il Primo, un progetto di Roberto Azzurro, con la drammaturgia di Massimiliano Palmese tratta dall’omonimo libro edito da Ubulibri, diretta da Franco Quadri a cura di Paolo Orlandelli e Paolo Iorio. L’opera è incentrata sull’interrogatorio a Wilde (Roberto Azzurro) da parte dell’avvocato Edward Carson (Pietro Pignatelli). Il poeta è costretto a giustificare il suo rapporto con Alfred Queensberry e con diversi ragazzi di vita. Oscar Wilde fu protagonista di ben tre processi, che lo portarono alla rovina. Il primo di questi fu intentato da lui stesso ai danni del Marchese di Queensberry che, scoperta la relazione tra suo figlio Alfred e lo scrittore, l’aveva accusato di “posare a sodomita”. A causa di ciò Oscar Wilde verrà in seguito giudicato colpevole del reato di “sodomia”, e condannato a due anni di lavori forzati, internato dapprima nel carcere di Hollway, poi a Wandsworth, infine trasferito nella colonia penale di Reading, da cui esce nel 1897. Minato nel corpo e nello spirito dalla dura detenzione, muore a Parigi nel 1900 .

Roberto Azzurro e Pietro Pignatelli danno vita e valore a uno dei capolavori della letteratura mondiale , due straordinari interpreti di umorismo e ironia…   evidenziano a pieno con la loro interpretazione le caratteristiche di questi due rivali epocali…

Uno spettacolo degno di lode sia per gli eccellenti interpreti sia per l’alto contenuto civile e didattico.

  J.k.

Advertisements